dovessi perdere l’angolo
d’allaccio all’asfalto
fosse rapido sfumare
nello specchio di nebbia
a fondo discesa

si presenterebbe
a lato d’occhio
il pericolo
che s’imbosca muto
nei perimetri ostili
di orti condominiali
a compagnia delle muffe
nei trucioli di tempo
che il giorno ci scarta

fosse agile il salto
in abbracci amplificati
in parole scrollate
dai termosifoni
un passo dietro l’altro
su intimi marciapiedi

Annunci