Per cinque giorni, spalati via in un borgo che sapeva di affumicato, chiusi in un cerchio immutabile, al ritmo delle ripetizioni, cadenzando i passi per non scivolare sulle superfici pericolanti dei vicoli. Ora a casa, con il calore scarso che stanze a lungo disabitate possono garantire. Guardandoci nel fondo della stanchezza, come cervi alla disperata ricerca di letargo.

Annunci