La luce è lenta a dimenticarci oggi
quando dall’angolo della casa si dimena
un vento a sparecchiarci i capelli
le palpebre crederebbero se dicessimo
è l’ostacolo al riposo, per questo ringhio
starebbe tutto nel freno opposto alla notte
invece la parola sfalda nelle lenti
quando l’opaco eccede dalla bocca
qui solo brandelli e bossoli, una mano
che spiana le colline