Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

la fatica di rendersi vivi quando le cose non guardano, e chiamare la loro sostanza e modellarne l’ombra sovrapponendovi la soddisfazione di non essere spazzati tra la sabbia come incarti alla vaniglia
qui si scatena lo scroscio di sensi che sveglia un’esondazione di battute e cadenze, le cesure deragliate dalle risa che si spargono tra costellazioni e alberi muti di calura
qui brulica il sangue poiché il ritmo non si stringe al collo ma si prende nei pugni e poi si tessono passi fino a nuova stasi.

Advertisements