Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

L’incontro delle diverse forme d’arte porta ad un’esaltazione ed amplificazione dei risultati che esse producono sull’animo del fruitore. Questo sembra l’assunto di base dell’operazione progettata da Marco Casolino, quarantenne artista romano con all’attivo mostre al Macro e alla Biennale veneziana, nella performance che si terrà oggi pomeriggio a San Benedetto del Tronto e che prende spunto da una delle poesie più note ed intense di Charles Baudelaire, “L’albatros”. “Azione Albatro (Ali e Fede)”, così l’artista ha denominato questa esibizione, si propone di dimostrare quanto la nostra memoria ci sovraccarichi emotivamente e condizioni ogni azione e decisione attuale e futura, come afferma lo stesso Casolino: «I miei 15 metri di ali sono il monumento alla mia vita passata e come l’albatro di Baudelaire sfida gli arcieri e le tempeste, io sfido le vie del mondo esponendo il mio goffo incedere agli sguardi sorpresi degli improvvisati osservatori, in un emblematico viaggio verso il mare, verso la riconquista della libertà».
Il programma dell’evento, inserito nella rassegna “No man’s island” della compagnia Nessunteatro, ed organizzato in collaborazione con il Premio Libero Bizzarri e l’associazione culturale “Blow Up”, sarà questo: alle 18.30 si parte dal lungomare di Grottammare (nei pressi della spiaggia libera n. 9) e si arriva alle 19:30 circa alla Palazzina Azzurra di San Benedetto. La mostra sarà visitabile, dal 23 al 26 luglio, nella medesima Palazzina Azzurra, mentre dal 28 luglio si sposterà, fino al 3 agosto, alla Galleria Opus di Grottammare.

Marco Casolino - Azione albatro

Marco Casolino – Azione albatro

 

Annunci