Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Iniziamo questo ancora bizzarro mese di agosto con Poesia Domani e con un classico dei classici, uno dei più amati poeti della storia, il nostro conterraneo Giacomo Leopardi. Ma stavolta non parliamo di lui seguendo i soliti argomenti e le classiche e un po’ noiose strade esegetiche, al contrario, raccontando una storia di amicizia, sebbene a distanza temporale, tra il nostro sommo ed un giovane seminarista infiammato dai versi leopardiani: vi invitiamo infatti alla presentazione, che si terrà stasera alle 21.15 a Porto San Giorgio, nella Villa Montanari Rosati, del libro Il mio amico Leopardi, scritto da Mario Elisei, profondo conoscitore della vita e dell’opera del recanatese, per la casa editrice Itaca.
Questo volume è sicuramente un’originale guida alla poesia di Leopardi a partire dai luoghi che alcuni versi hanno reso immortali – il Colle dell’Infinito, la Torre del passero solitario, la Piazzuola del sabato del villaggio – per verificare come in lui dal temporale nasca il desiderio dell’eterno, dal contingente l’anelito all’assoluto; ma soprattutto è la dimostrazione che proprio questa tensione trasformò il poeta in “amico” di un giovane seminarista che a tredici anni imparò tutti i suoi canti, nei quali sentiva espressa la nostalgia della bellezza, profezia della Bellezza fatta carne.
Per questo Leopardi, da tanti considerato simbolo del pessimismo, è paradossalmente un fattore decisivo dell’avventura umana e della nascita della personalità di don Luigi Giussani, figura di riferimento per buona parte del mondo cattolico degli ultimi sessant’anni.
Il libro è corredato da un saggio di Ignacio Carbajosa e dalle fotografie di Giovanni Sadori, e durante la presentazione di stasera saranno recitati testi leopardiani dall’attore Sergio Soldani, accompagnato musicalmente da Daria Carlini. Condurrà la serata Adolfo Leoni.

Il mio amico Leopardi

Il mio amico Leopardi

Annunci