scarpe grevi come cuori
tritati fuori stagione dal colore
stordente del male che annuvola
l’inverno romano centrale

un disonore ricentrare geometrie
di fanali e tettoie in un quadro
d’affuoco e puntare sull’orlo
della malinconia bicromatica

pur di rivincere dignità dall’oziare
che traballa mesto tra un vico
e il ventrale gusto di disparire

Annunci