c’era una comunione calda
nell’uncinetto di parole alte
sopra lo scafo di travi a celarci
dall’ordinario boato del sabato

una corte serrata nel tepore
dei versi soffiati, e lui attore
a sorseggiare l’attenzione,
rilegandoci nel fondaco
in uno scaffale di fraterna
inquietudine

Advertisements