Ebbene sì! Siamo arrivati! Oggi Poesia Domani festeggia le sue prime cento puntate! Un bel traguardo che, grazie al sostegno e al seguito di tutti voi lettori, speriamo di radoppiare. Come regalo per questa importante ricorrenza vogliamo farvi conoscere un poeta internazionale di grande rilievo che nei prossimi giorni sarà ospite del Licenze poetiche festival di Macerata, nelle Marche. La manifestazione ha preso il via ieri col suo primo incontro, un momento laboratoriale e di confronto, e cioè la sessione conclusiva della bottega di scrittura poetica La Tribù dalle Pupille Ardenti, coordinata da Alessandro Seri, già ideatore e curatore del festival, e continua stasera alle 21:30 con la presentazione di due importanti poete marchigiane, Anna Elisa De Gregorio e Dorinda Di Prossimo negli spazi della Biblioteca della Poesia di Borgo Ficana.
Tuttavia, come detto, vorremmo introdurvi alla lettura dell’ospite internazionale di questa rassegna, il greco Sotirios Pastakas, che avrò il privilegio di intervistare personalmente venerdì 20 maggio, sempre alle 21:30, alla Sala Castiglioni della Biblioteca comunale Mozzi Borgetti. Nato nel 1954 a Larissa in Tessaglia, Pastakas ha studiato medicina a Roma e per trent’ anni ha lavorato come psichiatra ad Atene. Ha pubblicato quattordici raccolte di poesie, un monologo teatrale, un libro di saggi e traduzioni di poeti italiani (Sereni, Penna, Saba, Pasolini, Gatto). Collabora con varie riviste letterarie con saggi e traduzioni dall’italiano. Dal 1994 è membro della Società degli Scrittori Greci (Greek Writers Society). Le sue poesie sono state tradotte in dodici lingue e lette in vari festival mondiali di poesia. Ospite onorario al Hawthodern Castle International retreat for Writers, presso Edimburgo nel 2001, sempre nello stesso anno ha rappresentato la Grecia a Verona in occasione della fondazione dell’Accademia Mondiale della Poesia (World Poetry Academy), sotto l’egida dell’UNESCO. Quest’anno sarà edita da Multimedia Edizioni un’antologia della sua poesia, Corpo a corpo, suo primo libro “italiano”, di cui vi proponiamo un assaggio:

Orzo dolce nel tapper
da un’amica, freselle,
un po’ di feta,
il mio pasto di domani.
L’uomo non ha bisogno
di mangiare due o tre volte
al giorno. Ho leccato il piatto,
come faccio da sessant’anni.
Rimane il silenzio, immangiato
accanto a me.

Sotirios Pastakas

Sotirios Pastakas

Annunci