In questo periodo dell’anno si moltiplicano esponenzialmente le iniziative legate all’arte della scrittura in versi e dobbiamo ammettere che Poesia Domani questa volta si trova nella pur piacevole situazione dell’imbarazzo della scelta, quindi daremo rapide indicazioni, in ordine strettamente cronologico, su quel che accade in giro per la penisola poetica.
Partiamo da stasera, alle 19:30, quando, nel Liceo Classico De Sanctis di Salerno, si ritroveranno gli studenti di quell’istituto insieme a quelli del Liceo Severi per ascoltare il poeta greco Sotirios Pastakas che farà un reading dedicato ai luoghi di conflitto: sarà un modo per riflettere sulle condizioni sociopolitiche in cui versa oggi il mondo anche dal punto di vista di coloro che stanno per affacciarsi alla maturità. L’incontro è promosso dal corso Class Plus del De Sanctis e da Casa della Poesia.
Domani invece, a Bologna, tornano i GiovedìdiVersi al Va Mo Là, organizzati dagli amici della rivista Versante Ripido: alle 20:30 potrete partecipare infatti alla presentazione del libro Fantasmi, spettri, schermi, avatar e altri sogni di Claudia Zironi. L’introduzione sarà curata da Francesca Del Moro e la serata sarà accompagnata dalla musica di Elisa Misolidio.
Restiamo sempre a Bologna, ma ci trasferiamo al Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica del Ficlit Unibo dove venerdì 18 novembre, dalle 11 del mattino Elisa Biagini, una delle più importanti poete contemporanee, terrà un laboratorio di scrittura dal titolo “La parola silenzio ha messo spine”, in cui verranno dati elementi di base di scrittura poetica. Le attività saranno coordinate da Gian Mario Anselmi.
Per l’ultimo appuntamento che mettiamo nel nostro calendario ci dirigiamo a Milano ed andiamo al Palazzo delle Stelline dove, nell’ambito della manifestazione Bookcity 2016, sabato 19 novembre alle 16, si parlerà di poesia come alimento, nell’evento
Milano in scatola e la Poesia che nutre, in cui si cercherà di comprendere come l’arte del verso sia nutrimento ma anche chiave per aprire la scatola della realtà e dirla con nuove parole. Un poeta, Guido Oldani, e un grande cuoco, Gualtiero Marchesi, si incontrano in uno spettacolo poetico e una poesia spettacolare per scoprire connessioni e gusti inesplorati. Durante l’incontro vi sarà un momento recitato dal titolo La polpetta del re, scritto da Ferdinando Fontana: una vicenda paradossale e grottesca dell’Ottocento scapigliato lombardo, intepretata dagli attori Aleardo Caliari e Domitilla Colombo.

Milano in scatola e la poesia che nutre

Milano in scatola e la poesia che nutre

Annunci