Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Siamo qui, anche in questo freddissimo mercoledì mattina di quasi dicembre, come sempre con Poesia Domani, la nostra rubrica settimanale che vi porta a conoscere alcuni tra gli eventi dedicati alla scrittura in versi in giro per l’Italia.
Prendiamo il via indicandovi per la giornata di oggi la presentazione, alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, di un libro molto importante, la selezione mondadoriana delle Poesie 1963 – 2015 di Maurizio Cucchi, figura centrale della poesia italiana degli ultimi cinquant’anni. L’opera, curata da Alberto Bertoni, rappresenta un vero e proprio canzoniere, quasi un romanzo, costruito a partire dall’esordio con “Il Disperso”, pubblicato per volontà di Vittorio Sereni. Parleranno della poesia cucchiana Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca, Gianni Caruso, Presidente “Premio Poesia Città di Fiumicino”, Fabrizio Fantoni e Carlangelo Mauro. Durante la presentazione estratti del video “Maurizio Cucchi. Un po’ nell’ombra, un po’ nella memoria” di Massimo Cecconi e Giovanni Bonoldi, mentre le letture saranno effettuate da Anna Rita Chierici.
Sempre oggi, nel pomeriggio, alle 18, ci trasferiamo a Napoli, al caffè bistrot Il tempo del vino e delle rose, dove due giovani autori saranno protagonisti di un incontro con due libri di qualità di recentissima pubblicazione: Antonio Perrone presenta Curae (Limina Mentis editore), in dialogo con Ciro Tremolaterra, e Anna Ruotolo con il suo Telegrammi (roundmidnight edizioni) conversando con Rosanna Bazzano.
Visto che però la poesia non è solo ascoltare quelli che la leggono ma anche praticare la scrittura e condividerla, vi invitiamo a partecipare ad Autobiografia poetica del paesaggio, un laboratorio di scrittura, lungo le creste dell’Appennino tosco-emiliano, un approfondimento poetico, un viaggio in sé e nell’altro attraverso la scrittura e la lettura creativa di poesia. Come si svolge? Ogni incontro sarà in una casa privata messa a disposizione dai partecipanti e gli incontri itineranti, dedicati a piccoli gruppi di persone, anche amiche o parenti tra loro, proporranno un lavoro in gruppo in cui si legge, si ragiona e, su suggerimento e stimolo tramite letture mirate e esercizi, si scrive. Si può partecipare anche a un solo incontro, o decidere per ogni gruppo di fare un piccolo ciclo. Orari giorni e luoghi da decidere di volta in volta col gruppo stesso. Ogni incontro ha una durata di 2 ore e mezzo. Il corso è coordinato da Azzurra D’Agostino, a cui potete chiedere info per l’iscrizione via mail.
Un’ultima idea ve la diamo per la nostra regione, poiché al Cineteatro Rossini di Civitanova Marche (MC), stasera, per il ciclo “Cecchetti d’essai”, sarà proiettato il film Neruda, del regista cileno Pablo Larraín, una messa in scena del genio talmente complesso e sterminato del sommo poeta cileno, senza risultare scontati e didascalici. Siamo nel Cile del 1948: il senatore Pablo Neruda accusa il governo di tradire il partito comunista e viene inquisito dal Presidente Gonzalez Videla. Il prefetto Oscar Peluchonneau deve arrestare il poeta che cerca di fuggire dal paese con la moglie. Ispirato dai drammatici eventi della sua nuova vita da fuggitivo, Neruda scrive Canto General, vedendo nella propria storia di poeta perseguitato la possibilità di diventare sia un simbolo di libertà che una leggenda letteraria. Il costo del biglietto d’ingresso sarà di 4 euro.

Neruda - di Pablo Larrain

Neruda – di Pablo Larrain

Advertisements