dal cuore manca la crosta
che soccorra placando la fame
spalancata d’allegria dei denti
che fissano la carne dell’oscurità
dove una mano si cura dell’altra
nuotando muta nella voragine
fino alla pianura

Annunci