Visto che il tempo non è molto, tra un pranzo cinese nel ristorante più antico della capitale, sorseggiando discorsi bilingui (italiano e spagnolo) col poeta catalano Jordi Valls, ed una conferenza sulla traduzione, seguita dal reading collettivo a cui prenderò parte anch’io, cosa posso dire? Dopo la piacevolissima serata con Mariana Gorczyca ad ascoltare bravi giovanissimi autori rumeni, abbracciati da un carezzevole concerto di voce batteria e campionature, stamattina una rapida toilette, una colazione spartana e poi un’intima visita al Museo della Letteratura rumena (Jordi, Jarkko Tontti dalla Finlandia ed io), con una guida baffuta ed ironica, di quella lentezza che ci permette di ascoltare il ritmo della bellezza ed imparare a conoscere i retroscena romanzati dellevite degli scrittori. Tra dieci minuti di nuovo fuori dall’hotel, dove mi aspetta una sovrapposizione di piani, di dimensioni storiche, di immagini ed escavazioni nel magma – a domani.

Annunci