tu goccioli dal balcone come dopo intense piogge
ed io bevo da sotto, dal fondo di questa notte
che straripa della tempesta di luna liquefatta
nel vedere che grondi lacrime e non sappiamo otturare
il crepitio di imprecisioni, di verdetti incauti
di cui ci siamo inondati senza la minima ragione
con la furia della stella che si è imposta
di sparire nelle schegge di vapore della nuvola
nel sopore della furia che avvolge buia

Annunci