Torna col mese di settembre l’appuntamento fisso del mercoledì con la poesia di ieri, oggi e soprattutto domani, e cioè Poesia Domani. Oggi vi parliamo di un libro e di qualche appuntamento di fine estate per poter continuare a parlare di lavoro poetico.
Per iniziare, vi diamo segnalazione del bellissimo volume di Simone M. Bonin, pubblicato dalla casa editrice marchigiana Arcipelago Itaca Edizioni, opera prima del giovane poeta cosmopolita (Simone vive infatti in Danimarca) dal titolo Tratti primi, in cui egli intavola un’esplorazione commossa ma lucidissima del mondo, inteso come cosmo pulsante e corrispondente alla nostra sensibilità. Ne risulta un lavoro sulla ricerca interiore e contemporaneamente un’inchiesta sull’essenza che trasfigura il dato reale in visione simbolica e parola assoluta.

Qualunque cosa fosse
l’ho sotterrata in un fosso
ho fatto un cerchio nell’aria
e ho scagliato d’impulso il sasso

un movimento d’elastico e il corpo
si fa molla – lontano, dicevo, va lontano

“Tanto poi sbuco fra le dita della tua mano”.

Per quanto riguarda ciò che si organizza in giro per l’Italia, vi invitiamo a prendere parte ad alcuni eventi, già a partire da stasera: alle 21.30, a Bologna si saluta l’estate, che ci aspetta di nuovo tra nove mesi, al Macondo, storico locale notturno di Bologna, con una serata dal titolo significativo, “Arrivederci, amore ciao”, un incontro tra musica e poesia, durante la quale le canzoni d’autore (cover e inedite) cantate da Federico Aicardi, Fabiano Naressi, Nadia Belfiore e Michele Tiso, si fonderanno ai recital malincronici (poetici e non) curati da Luca Cerretti (un tempo noto come Narcotico Poeta).
Restiamo sempre in Emilia, ma ci spostiamo a Vignola (MO), per il locale Poesia Festival che inaugura, sempre stasera, la sua tredicesima edizione con un incontro molto importante, al Teatro Ermanno Fabbri alle ore 21, tra i versi estrosi e multiformi di Patrizia Valduga e la riflessione a tutto tondo sui rapporti tra la poesia e le altre arti di un filosofo di fama internazionale come Massimo Cacciari. I due protagonisti saranno accompagnati da uno dei flautisti più apprezzati a livello internazionale, Andrea Griminelli, che offrirà le suggestioni più delicate e appassionate dal suo repertorio.
Oltre a consigliarvi di seguire i molti altri eventi di questa rassegna, per finire vi raccomandiamo anche la presentazione che si terrà nel pomeriggio di lunedì prossimo a Firenze, nello storico Gabinetto Vieusseux, alle ore 17, quando si parlerà del volume uscito l’anno scorso per i tipi di Interlinea, dal titolo Amelia Rosselli: biografia e poesia, alla presenza dell’autore, Stefano Giovannuzzi, accompagnato dagli interventi di Laura Barile, Cecilia Bello e Niccolò Scaffai.

Poesia Festival Vignola

Annunci