Con la riapertura del Duma, a seguito della consueta pausa estiva, riapre i battenti anche il festival poetico “Non è un paese per versi”, che ha già scaldato l’atmosfera del circolo Arci lo scorso marzo e che ha visto come protagonisti alcuni importanti slammer della scena locale, tra cui Andrea Mazzanti e Francesca Gironi.
Il festival – ideato da Marco Di Pasquale e in collaborazione con l’associazione culturale UmaniEventi, Licenze Poetiche, la casa editrice Vydia e LIPS (Lega Italiana Poetry Slam) – si struttura all’interno del “Duma Poetry Challenge”, un poetry slam suddiviso in tre fasi, che vedrà sfidarsi a colpi di versi cinque poeti per ogni serata. Nei momenti che precedono la competizione si inserisce l’antipasto letterario, con personaggi della letteratura marchigiana e giovani che coglieranno l’occasione per presentare le loro raccolte poetiche e si cimenteranno in letture sceniche.
A dare il “la” sarà la serata inaugurale di mercoledì 15 novembre con la coppia di giovani poeti Lorenzo Fava e Simone Sanseverinati, i quali presenteranno il loro progetto “Stigmi Rossi”, accompagnati dalla chitarra di Stefano Mazzoni dei Senzassenso. A seguire si aprirà la sfida degli slammer con il primo round del poetry slam.
Il programma del festival continuerà poi mercoledì 29 novembre. Stavolta ad aprire le danze sarà Ylenia Gazzella, con una lettura scenica tratta dalle poesie di Simone Bartolozzi, con ancora Stefano Mazzoni ad accompagnarla con la sua chitarra. Successivamente continuerà il poetry slam con il suo secondo round.
La serata conclusiva si terrà infine mercoledì 13 dicembre con il gusto dell’occulto, direttamente dall’oltretomba dei poeti. Renata Morresi vestirà infatti i panni della medium all’interno di una seduta spiritica, con l’intento di evocare un poeta defunto, sotto le musiche di Stefano Mazzoni. A stemperare l’effetto brivido ci penserà il terzo round dello slam.
“Non è un paese per versi” continuerà inoltre nel nuovo anno con la finale, che decreterà il vincitore di questa seconda edizione, il 24 gennaio, e con nuovi progetti e sorprese dal mondo della poesia.
Chi desiderasse iscriversi alla competizione poetica può rivolgersi al seguente indirizzo mail: umanieventi@gmail.com Si ricorda inoltre che l’ingresso è gratuito per chi disponesse già di una tessera Arci.

Ylenia Gazzella
Ufficio Stampa UMANIEVENTI

Duma Slam Challenge 2017