A volte occorre andare lontano, staccarsi dalla solita visuale, fissarsi negli occhi senza cerimonie e sentirsi, come un solletico che ti fa ringraziare e ride di ogni tensione. Da qui è partita una concatenazione di assensi, di richiami, di parole che si associano senza stento: lo trovate qui, in due idiomi che però parlano la stessa lingua, quella infiammabile, della poesia – grazie a Novella Torre, Simone M. Bonin, Alessio Alessandrini e grazie a Marco Lucchesi, che ha aperto le braccia e ci ha accolto.

Academia Brasileira de Letras

Annunci