Anche la nostra rubrica settimanale Poesia Domani entra ufficiamente nell’ultimo mese dell’anno e nell’atmosfera natalizia, regalandovi tante idee per fare un dono in versi a voi stessi e partecipare al movimento italiano della poesia in divenire.
Cominciamo la nostra consueta carrellata da oggi, 5 dicembre, alle ore 18,30, per un evento che si svolgerà allo Spazio Alda Merini di Milano, dal titolo: “Per Antonia Pozzi le sue poesie più belle”, a cura di Milo De Angelis, lette da Viviana Nicodemo con le musiche di Bianca Brecce. L’iniziativa si avvale della gentile collaborazione di Diana Battaggia e dello Spazio Alda Merini. L’ingresso è libero.
Andando avanti, abbiamo in serbo uno degli appuntamenti più importanti ne panorama nazionale attuale, il Piccolo Festival della Parola, che prende il via domani, 6 dicembre, a Noci (BA) e che andrà avanti fino a domenica 9: un’opportunità per riscoprire la bellezza della parola scritta e orale, per diffondere la consapevolezza della sua finalità etica ed espressiva. Una fusione tra parola e linguaggi artistici partendo dal presupposto che la letteratura, come la musica, il cinema, il teatro, l’arte, sono forme narrative per comunicare idee ed emozioni. Un’attenzione particolare è rivolta a bambini e adolescenti: numerosi incontri, spettacoli e laboratori sono pensati per loro. L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.
Passando alla giornata di venerdì 7, rechiamoci a Napoli, alla Evaluna Libreria, per la consueta rassegna “Poesia in Galleria”, curata da Melania Panico e Bruno di Pietro, che in quest’occasione presentano Vincenzo Frungillo che dialogherà con Bernardo de Luca sul libro Le pause della serie evolutiva (Oedipus 2017).
Infine, per sabato 8, restiamo nel fervido Sud Italia, e torniamo in Puglia, a Bari, e precisamente alla Caserma Rossani Occupata, dove, dalle 18 in poi, si terrà la terza edizione del Festival Internazionalista Della Poesia Rivoluzionaria, evento multiforme e coinvolgente per le tantissime iniziative in programma: reading, performance live, open read, impro session interdisciplinari, proiezioni, dibattiti, presentazioni, esposizioni, azioni poETICHE clandestine (sarà possibile approntare dei banchetti con le proprie pubblicazioni e/o autoproduzioni letterarie). La rassegna è frutto dell’organizzazione delle Brigate Poeti Rivoluzionari ed è a ingresso libero.

Piccolo Festival della Parola