dalla campagna sale un fumo di ombre
che ricama il territorio sfarinato dal sussulto
che abbracciò buio e luce, accendendo
un perenne vociare di immagini scattate
alla paura di riconoscerci ma poi impolverare
i giorni nella cornice delle memorie altrui

sbatte a terra lo sguardo dell’uomo poggiato
al manico della fatica che spreca scoprendo
i frantumi sepolti, le mobilie crollate nel tonfo
di un abbandono a smobilitare gli abitati

un’auto si allontana prima possibile dall’area
trainando l’indecisione che ancora insiste
e il mezzogiorno appare spostando le forze
rinviando alla successiva fase di resistenza

Annunci