oggi ci appaghiamo passeggiando
sul movimento verde e zitto del mare
accanto alla spiaggia che spopola
col vento di settembre che spegne
ogni residua sete di sole e nuda libertà

nelle mani ci resterà a lungo questo
attrito delle sabbie umide, letto
funebre di molluschi rami appigli
anche se non ami sentirlo l’inverno
piomberà su questi anni, lascerà solo
storti ombrelloni per appendere la pelle stanca