all’angolo della luce friabile in cui
scompare ogni saldezza il cuore
sgrana nel dubbio procedendo
per allusione, seguendo un piano
d’allerta tracciato con le pareti
ancora fresche

la sequenza nitida
degli angoli avrebbe impedito
qualsiasi taglio che rubasse
il giusto umore
restano invece gesti rauchi
seminati per le stanze