DI NUOVO IN RADIO PER UNA SERA!

Tag

, , , , , , , , ,

Ti pervadono un orgoglio e una soddisfazione spropositati quando ti volti al tempo passato e vedi che tutto sommato sei stato bravo a mettere a frutto, e con risultati che puoi giudicare positivi, tutto l’accumulo di esperienze e abilità e la capacità di saper intersecare i campi del sapere e del lavoro. Tutti i mestieri praticati lasciano un segno imprescindibile nell’esistenza e spesso sono fondamenta solide e insolite per un futuro anche totalmente (o almeno apparentemente) divergente. La multiforme professione commerciale, la cura editoriale e pubblicistica, la divulgazione linguistica e culturale dell’italiano, persino l’animazione per bambini, tutto ha concorso a farmi crescere e diventare quello che sono adesso: ma soprattutto, la radio, il grande amore a cui domani sera, dalle ore 22, tornerò – scusate l’espressione ormai divenuta banale – in presenza, dopo dieci anni e più, grazie al caro amico Giuseppe Saggese e a Stazione41, emittente fermana che mi ospiterà per parlare del mio ultimo libro, Dai sentieri divorati, ma ancor più per divagare sul tema “Donne e sentieri”, tra letteratura, arte, natura, slow life e buon cibo… mi raccomando, ascoltateci in streaming!

mdp @ Stazione41

FRANCESCO ALLO SFERISTERIO

Tag

, , , , , , , , ,

fece appena in tempo a gettarsi dal cielo un granello dalle Perseidi, ed ecco che la voce gli uscì trafilata dall’armonica, la chitarra si scagliò ben chiara su ogni ordine dei palchi in penombra, la maglietta verde lo faceva ragazzo, sotto al cappello un paio di lenti scure, ma sembrava ci guardasse tutti dritti negli occhi, senza trucchi, solo un paio di scherzi sui ricordi e le proporzioni che cambiano, anche sull’amicizia, ma quella no, il suo colore non si screpola

Francesco De Gregori

SAN SALVO MARINA / 2

Tag

, , , , , , ,

non arresta la vita il cuore
esplora alture afose sere salate
mette sotto le ruote
scuote strade pericoli scampati
e ancora da scampare

ma dalle onde appare la moria
della specie in forme plastiche
niente posa, niente apoteosi
delle sorti presuntuose, ossessive
della distruzione nella luce corrosa

SAN SALVO MARINA / 1

Tag

, , , , , , , , , ,

nell’ombra che bascula lungo le onde
hai scolpito quella requie immota che
solo in un metro d’acqua puoi pescare

ma tralasci il penare del berretto
sudato sopra una testa altrettanto,
occhi che acchiappano tegole e rischio

uno schianto sulla morte dal tetto
che scotta già troppo a quest’ora d’ombre
puntate all’occidente promontorio

UN APERITIVO ALL’INGLESE

durante l’aperitivo e le chiacchiere, la sensazione si acuisce e si chiarisce sempre più: il profilo distratto e impacciato del figlio, il viso lungo e fortemente truccato, il caschetto dei capelli da cui spuntano i cerchi grandi alle orecchie, le unghie poco ferme della madre, quel caratteristico tono sempre brusco ma da cui emana tutto il compiacimento e la gratificazione del ragazzo, il tentativo tremulo e tenero di un discorso che elevi la conversazione agganciandosi agli argomenti che la signora crede essere l’unico contatto con noi insegnanti, a cui la risposta non è condiscendenza ma la soddisfazione di vedere in occhi velati il luccichio di una curiosità che, a volte, negli anni maturi, scintilla di nuovo – tutto questo ci trascina in un’ambientazione da film di Ken Loach, con la percezione desolata di quella convinta volontà di emergere che pare essere sempre tenuta sotto il pelo di galleggiamento dall’opposizione di un’esistenza che annoda il suo ciclo senza snodi

CONVERSI VIII

Tag

, , , , ,

Per tornare a leggere e discutere in pubblico, sabato 7 agosto ore 21, la Biblioteca della poesia di Macerata ospiterà me e Mauro Barbetti, nell’ottava puntata della rassegna “Conversi”, con un obiettivo ambizioso e altisonante, che sarà difficile da raggiungere ma in cui confida l’amico Lorenzo Fava, ideatore e moderatore dell’incontro: «a partire dai loro versi, ci confronteremo su grandi temi della poesia contemporanea».
Noi tenteremo, con tutta la tensione ideale e la leggerezza che un buon bicchiere di vino ci infonderà.
Vi aspettiamo – con tutte le cautele del caso – numerosi.