POESIA DOMANI N. 192

Anche la nostra rubrica settimanale Poesia Domani entra ufficiamente nell’ultimo mese dell’anno e nell’atmosfera natalizia, regalandovi tante idee per fare un dono in versi a voi stessi e partecipare al movimento italiano della poesia in divenire.
Cominciamo la nostra consueta carrellata da oggi, 5 dicembre, alle ore 18,30, per un evento che si svolgerà allo Spazio Alda Merini di Milano, dal titolo: “Per Antonia Pozzi le sue poesie più belle”, a cura di Milo De Angelis, lette da Viviana Nicodemo con le musiche di Bianca Brecce. L’iniziativa si avvale della gentile collaborazione di Diana Battaggia e dello Spazio Alda Merini. L’ingresso è libero.
Andando avanti, abbiamo in serbo uno degli appuntamenti più importanti ne panorama nazionale attuale, il Piccolo Festival della Parola, che prende il via domani, 6 dicembre, a Noci (BA) e che andrà avanti fino a domenica 9: un’opportunità per riscoprire la bellezza della parola scritta e orale, per diffondere la consapevolezza della sua finalità etica ed espressiva. Una fusione tra parola e linguaggi artistici partendo dal presupposto che la letteratura, come la musica, il cinema, il teatro, l’arte, sono forme narrative per comunicare idee ed emozioni. Un’attenzione particolare è rivolta a bambini e adolescenti: numerosi incontri, spettacoli e laboratori sono pensati per loro. L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.
Passando alla giornata di venerdì 7, rechiamoci a Napoli, alla Evaluna Libreria, per la consueta rassegna “Poesia in Galleria”, curata da Melania Panico e Bruno di Pietro, che in quest’occasione presentano Vincenzo Frungillo che dialogherà con Bernardo de Luca sul libro Le pause della serie evolutiva (Oedipus 2017).
Infine, per sabato 8, restiamo nel fervido Sud Italia, e torniamo in Puglia, a Bari, e precisamente alla Caserma Rossani Occupata, dove, dalle 18 in poi, si terrà la terza edizione del Festival Internazionalista Della Poesia Rivoluzionaria, evento multiforme e coinvolgente per le tantissime iniziative in programma: reading, performance live, open read, impro session interdisciplinari, proiezioni, dibattiti, presentazioni, esposizioni, azioni poETICHE clandestine (sarà possibile approntare dei banchetti con le proprie pubblicazioni e/o autoproduzioni letterarie). La rassegna è frutto dell’organizzazione delle Brigate Poeti Rivoluzionari ed è a ingresso libero.

Piccolo Festival della Parola

Annunci

L’ALTRO CORPO

la carne dell’altro corpo ha sapore
di ossa, di fuoco che spolpa Continua a leggere

POESIA DOMANI N. 191

Quasi dicembre ed il freddo comincia a farsi sentire, almeno da questo lato adriatico esposto alle intemperanze orientali, e noi di Poesia Domani facciamo quadrato riscaldandoci vicendovolmente con incontri, letture, performance, discussioni e, magari, anche un buon vino caloroso!
Oggi, mercoledì 28 Novembre, iniziamo il resoconto dell’Italia in versi indicandovi che stasera, a Bologna, alle ore 21, la Libreria Ubik Irnerio ospiterà un caro amico della nostra rubrica, il bravissimo Luca Ariano, che parlerà con Camillo Bacchini del suo libro Contratto a termine, appena riedito in una nuova versione da Qudu. Oltre al critico Bacchini che stimolerà il pubblico alla riflessione sui testi, sarà presente anche l’editrice e poetessa anch’essa Patrizia Dughero, che inoltre parlerà, sempre alla Ubik, ma venerdì alle 18, del proprio volume di poesia Camera oscura.
A proposito di venerdì 20, abbiamo diverse iniziative da segnalarvi: partiamo dalla Biblioteca Hub culturale “Moby Dick” alla Garbatella di Roma, dove, a partire dalle ore 18, potrete gustare un pomeriggio all’insegna delle poesie di Pablo Neruda, ascoltando i più bei componimenti, i sonetti e le opere del poeta e scrittore cileno. Le letture saranno proposte da Mara Sabia, attrice e docente, e da Emilio Fabio Torsello, giornalista e fondatore del progetto La Setta dei Poeti estinti, che ha organizzato l’evento.
Stesso giorno ma più a nord, a Milano, perché alla sede dell’associazione Apriti Cielo di via Spallanzani, alle ore 18:30, ci aspetta la presentazione del libro di Patrizia Puleio Occhi per sentire, edizioni Il Leggio, a cui saranno presenti i poeti Gabriela Fantato, Luigi Cannillo, Susanna De Ciechi, Sandro Salvagno e Zina Borgini.
Arriva poi dicembre, arriva il sabato, il weekend quello vero, di riposo e libertà dagli impegni, e quindi altri due appuntamenti belli corposi: prima rechiamoci, alle ore 20, alla Libreria MarcoPolo di Campo S. Margherita, dove troveremo Anna Toscano che ci parlerà della sua ultima pubblicazione, Al buffet con la morte, uscita per i tipi di La Vita Felice edizioni. Con l’autrice ci sarà a moderare il dialogo Caterina Serra.
Per chiudere, un importante appuntamento di ricordo di un poeta molto apprezzato e prematuramente scomparso, Christian Tito, a cui la rassegna “Bologna in Lettere”, giunta alla sua settima edizione col titolo “Disseminazioni”, porgerà l’omaggio “In tutti questi punti universali”, con letture e interventi di Luigi Cannillo, Cléry Celeste, Biagio Cepollaro, Rita Galbucci, Serenella Gatti Linares, Nino Iacovella, Enea Roversi e Giancarlo Sissa. I video che verranno propiettati sono di Christian Tito. L’evento, che si terrà al FactoryBo di Via Castiglione 26 alle ore 20.30, è curato da Martina Campi e Francesca Del Moro.

Anna Toscano – Al buffet con la morte

IL MARE IMPIETRITO

ho lasciato il mare impietrito, le onde grigie si sono immobilizzate, sorprese per ora e posizione in cui appaio: io le accarezzo con la mano libera, ma l’occhio non puo’ seguire due discorsi opposti e mi decido per il bianco che contorna il tempo carrabile
perché è imposto che io arrivi e stringa spalle, assaggi nuovi piatti senza rancori di contorno, e poi infili le mani sotto le minuscole ascelle, sollevando lo sgambettio fino alla mia bocca che vuole baciare e raccontare, scrutare gli occhi afferrati alla barba, agli occhiali che è meglio che scompaiano, al laccio della felpa che trae un sorriso dubbioso
tu che sembra che mi vedi sempre come novità, spero che presto fisserai questo amore sotto la tenera pelle, tra le costole fragili a contenere il miracolo di cominciare: lo spero fortemente, mi ancoro a questa speranza che sparisce nel mare di minuti in cui sono affondato fin qui
lanciami una mano di salvataggio, anche se incerta, irrobustisci in me quella cartilagine di felicità che lentamente solidifica e a lungo mi salderà a riva

DEGUSTAZIONI N. 27

Un libro che mi ha folgorato, Un divorzio tardivo di Abraham B. Yehoshua, scrittore israeliano dotato di fantasia e sapienza costruttiva della narrazione invidiabili, che impasta i personaggi con una lingua fervida, gravida, simbolica e al tempo stesso pastosamente corporea, legata ai sensi. Quei sensi che poi impattano contro la sublimazione folle della visceralità in uno sdoppiamento, quasi una separazione carnale tra noi e la nostra ombra, il doppio oscuro e pulsionale che ci tende agguati e ci sprofonda in situazioni pericolosamente paradossali.
Il divorzio del titolo passa quasi in secondo piano, per buona parte del romanzo, nella quale siamo distratti dalle storie tormentate della famiglia Kaminka, ashkenaziti dalla flebile osservanza religiosa, giusto quelle tradizioni che tengono unito un nucleo disgregato, che infatti si racconta prendendo di giorno in giorno, di capitolo in capitolo (le due scansioni combaciano), il punto di vista di un personaggio. La voce che parla si esplora, si disseziona, affonda il bisturi fino a rimescolare il torbido fondo dove si dimenano la rabbia, la paura, il disturbo mentale, la deviazione colpevole dalla norma.
Tutto questo agitarsi come una pallina da flipper indiavolata, per giungere a sfiorare almeno un lembo di Storia, di unitarietà, di senso lineare, che però il capofamiglia, l’ultimo a prendere la parola a fine libro, ci mostra essere irraggiungibile, poiché tutti corriamo sfrenati sotto la sferza del demone che ci impossessa, fino a cadere nella trappola da noi stessi tesa e metterci nel «grosso guaio» da cui molto difficilmente riusciremo a tirarci fuori.

Un divorzio tardivo – Abraham B. Yehoshua

POESIA DOMANI N. 190

Per questa nuova puntata di Poesia Domani vi portiamo a spasso tra tante parole, tanta performance, tanta discussione e confronto: quindi tra tutti gli ingredienti che tengono viva e necessaria la poesia.
Per oggi, mercoledì 21, vi consigliamo di recarvi al caffè letterario Dandy di Bologna, poiché lì, alle 18:30, troverete Fabrizo Lombardo, autore del libro Coordinate per la crudeltà, uscito nella collana di poesia “Rosada” (ed. Kurumuny), pronto a regalarvi una “fotografia impietosa della realtà” ove è necessario tracciare una nuova rotta in questo mondo. L’incontro vedrà Lombardo in dialogo con il poeta di Vito M. Bonito, entrambi accompagnati nelle letture dei testi dal musicista Emiliano Invidia (chitarra jazz).
Domani, giovedì 22, invece, ci spostiamo in una importante libreria di Torino, Il ponte sulla Dora, dove, alle ore 18, attraverso domande e letture, il gruppo “Sul Ponte diVersi” dialogherà con la poetessa veneziana Giulia Rusconi, prendendo in considerazione tutte le sue pubblicazioni: I padri, Suite per una notte, Lineoleum.
Nella giornata di venerdì 23 troviamo molti appuntamenti, tra cui vogliamo scegliere la presentazione, che si svolgerà alla Libreria Open di Viale Monte Nero di Milano (zona Porta Romana), della collana “Sottotraccia”, diretta da Antonio Bux per le Marco Saya Edizioni di Milano. Oltre al curatore e all’editore, saranno presenti gli autori pubblicati, per un reading collettivo (tra gli altri, Bruno Lugano, Andrea Gruccia, Antonio Bux, Valentina Murrocu). Saranno inoltre presentati i prossimi autori, in uscita a breve. Seguirà aperitivo.
Last but not least, sabato 24 vogliamo tornare nella nostra regione Marche, andando a Camerano (AN), all’Hotel Concorde, torna per l’ennesimo anno, evento consueto Poetry books Prize & Fest, organizzato dalla casa editrice Arcipelago itaca, nel quale saranno premiati i vincitori e i segnalati con menzione speciale e come finalisti della 4a edizione dell’omonimo concorso nazionale editoriale di poesia inedita. Nella stessa occasione si incontreranno diversi degli autori già pubblicati dalla casa editrice e i membri del Comitato di lettura della stessa. A partire dalle ore 15, sarà un pomeriggio all’insegna della poesia al quale seguirà la consueta cena conviviale.

Poetry books Prize & Fest